The Medium – Recensione

0

The Medium è un vero e proprio capolavoro e ve lo spiegheremo con questa recensione! La redazione di GamesHelp è fiera di poter scrivere quest’articolo. Microsoft è riuscita ad appropriarsi di un’esclusiva degna di essere chiamata tale. I ragazzi di Bloober Team hanno sviluppato un prodotto che riesce a rendere giustizia alle nuove Xbox Series X e Xbox Series S, facendoci immaginare un florido futuro per il parco titoli delle nuovissime console. Vero è che siamo solo agli inizi della nuova generazione ma, se le prospettive sono queste, possiamo affermare che Microsoft ha finalmente aggiustato il tiro. Vi ricordiamo, inoltre, che cliccando qui avrete accesso alla guida agli obiettivi e ai tanto attesi 1000G.

The Medium è un single player horror che già dai primi minuti di gioco vi farà saltare dalla sedia, facendovi maledire il giorno in cui lo avete comprato. Purtroppo, però, a differenza di Xbox, su PC ha dei problemi di stabilità dei frame. Infatti, nel caso in cui non ne abbiate uno abbastanza performante, potreste veder minata la vostra esperienza. Siete pronti a scoprire cosa ne pensiamo di quest’opera? Non ci resta che augurarvi una buona lettura di questa recensione di The Medium.

Un esperienza paranormale

La trama del nuovo titolo parte subito in quarta. Senza fare troppi spoiler possiamo dirvi che sin dai primi minuti di gioco avrete difficolta ad annoiarvi ed a sentirvi al sicuro. Marianne, la protagonista, è una medium e come tale riesce a mettersi in contatto con il mondo degli spiriti. Proprio questa capacità farà si che la donna sia spinta ad indagare su una chiamata ricevuta da quello che, forse, sembra essere un uomo. Indossato il casco e salita in sella alla sua moto, la nostra protagonista ci porterà a dovere affrontare diversi luoghi infestati da entità tormentate.

Il Niwa, un hotel infestato che incontreremo nelle prime ore di gioco.

La cosa che più ci ha sorpreso è stato il modo in cui il team di sviluppo è riuscito a caratterizzare tali località. Si riesce, infatti, a percepire tutta la sofferenza e le tante altre sensazioni presenti nelle ambientazioni di gioco. La trama, poi, non è l’unica cosa che ci ha piacevolmente stupito. Il gameplay risulta essere innovativo e divertente. In alcune parti del gioco si aprirà una spaccatura dimensionale che vi permetterà di muovervi sia nel mondo dei vivi che nel mondo degli spiriti. Il team di sviluppo polacco, per implementare questa feature, ha trovato un escamotage semplice ma d’impatto. Nel momento in cui si apre questa spaccatura lo schermo verrà diviso in due parti, a sinistra il mondo dei vivi e a destra quello dei morti. Il bello è che le azioni fatte in uno dei due mondi hanno delle ripercussioni nell’altro e, qualora fosse necessario, si avrà la possibilità di agire solo in uno dei due mondi.

The Medium recesione
Questa è una spaccatura, a sinistra potete vedere il mondo dei vivi, mentre a destra quello degli spirti.

Benfatto Microsoft!

Anche sotto il punto di vista tecnico, The Medium risulta essere un ottimo prodotto. Graficamente il gioco appare davvero ben curato con delle atmosfere da urlo e dei bei giochi di luce. Per non parlare, poi, del sound design che vi farà prendere dei gran bei spaventi. L’unica pecca è che, purtroppo, non è disponibile il doppiaggio in italiano, quindi, il pubblico del Bel Paese dovrà accontentarsi dei sottotitoli. Nonostante questo, i dialoghi in lingua originale sono fantastici, gli attori riescono, infatti, a trasmettere l’angoscia necessaria alle voci dei personaggi. C’è, però, un grande “ma” che vi abbiamo accennato all’inizio.

The Medium recensione
A volte la “prima vista” inganna, non credete?

Questo “ma” si presenta soprattutto su PC, proprio per colpa della feature che fa di The Medium un prodotto innovativo, ovvero la divisione dello schermo in due per i mondi diversi. Il titolo soffre di uno scarso frame rate se non avete un PC performante. Purtroppo, questa “spaccatura dimensionale” fa si che, effettivamente, a schermo compaiano due mondi di gioco estremamente dettagliati e che, ovviamente, faranno fare un bello sforzo alle vostre schede grafiche. Tuttavia, abbassando un po’ la qualità grafica del prodotto, si riuscirà ad ovviare a tale intoppo, ma vi sconsigliamo di sottovalutare tale problema. L’ultima nota negativa è la longevità, che si attesta attorno alle 10/11 ore di gioco, facendolo risultare un pelino corto. Nonostante questo, però, vi assicuriamo che vale la pena provare questa meraviglia targata Microsoft. La nostra recensione di The Medium è giunta al termine e speriamo di avervi consigliato bene, nel mentre, vi ricordiamo di continuare a seguirci per ricevere tutti gli aiuti necessari per i vostri giochi.

THE MEDIUM

8

Finalmente una stupenda esclusiva Microsoft che si mostra vincente sotto ogni punto di vista. Il nuovo titolo riesce, infatti, a divertire e ha una qualità tecnica davvero ben curata. L’atmosfera ricreata dal gioco è a dir poco angosciante e siamo sicuri che vi terrà incollati allo schermo.

PRO

  • Trama avvincente
  • Ambientazione di gioco ben caratterizzata
  • Audio ben curato
  • Gameplay innovativo e divertente

CONTRO

  • Frame ridotto su PC (anche su top di gamma)
  • Assenza del doppiaggio in italiano
  • Il gioco è relativamente corto

Ora siamo anche su Twitch.