Spacebase Startopia – Recensione

0

Benvenuti su GamesHelp, oggi portiamo sui vostri schermi la nostra recensione di Spacebase Startopia. Questo gioco fantascientifico, targato Realmforge Studios, vi porterà a bordo di una stazione spaziale disabitata che, tramite l’aiuto di un IA sarcastica e sbarazzina, dovrete ripopolare. Varie sono le modalità di gioco: dalla semplice campagna con varie difficoltà, al multiplayer co-op o competitivo e, infine, la cosiddetta “sand-box” per chi volesse sbizzarrirsi.

La campagna ci permetterà di comprendere affondo il gioco con una serie di missioni che, pian piano, ci faranno esplorare tutte le meccaniche di gioco. Invece, se si è già esperti, si può passare alla modalità sand-box per un’esperienza più libera. Se, poi, siete in compagnia: con gli amici potete giocare la modalità multiplayer. In ogni caso, però, partiremo con 3 ponti attivi, uno per anello, che dovremo riempirli di edifici e strutture per permettere l’arrivo e la permanenza di molte razze aliene, che chiameremo visitatori o lavoratori.

Spacebase Startopia: si lavora sullo spazio!

L’obiettivo principale di ogni partita è quello di accumulare energia (che potremo considerare come la nostra valuta in-game) e utilizzarla per costruire edifici di ogni genere: ospedali, ostelli, fabbriche, discoteche, caffetterie e molto altro. L’energia servirà a completare quasi ogni incarico. Indispensabile sarà anche la reputazione (un’altra valuta) che, insieme a dei prerequisiti da soddisfare, ci permetterà di sbloccare nuovi funzioni e stabili. Dovremo stare comunque attenti a non sovraccaricare le spese della nostra stazione, o non riusciremo più a reggere il confronto tra entrate e spese. Ci potremo ritrovare in una situazione dove l’energia smetterà di accumularsi e molti dei nostri lavoratori si licenzieranno poiché non saremo in grado di pagarli.

Spacebase Startopia recensione
Siete pronti a portare “in alto” la vostra stazione spaziale?

Come già spiegato in questa recensione di Spacebase Startopia, dovremo lavorare su 3 ponti differenti. Il primo ponte che utilizzeremo è quello inferiore, ovvero quello produttivo dove andranno fabbriche, ostelli, ospedali, prigioni e molto altro. Questo livello sarà quello da cui ricaveremo principalmente energia, che utilizzeremo per costruire tutto. Il secondo sarà la base del divertimento della nostra stazione spaziale, perché pieno di discoteche, lotterie, caffetterie e altro. Sarà facile da quest’ultimo ponte ottenere reputazione. Infine, il terzo fa da serra, nella quale potremo cambiare il bioma per piantare qualsiasi pianta sia richiesta al momento. Questo, ci permetterà di accumulare risorse da utilizzare nella fabbrica o alimentare gli ospedali e i filtri per l’ossigeno.

Un gestionale un po’ troppo accurato nei dettagli

In Spacebase Startopia dovremo prestare particolare attenzione non solo agli edifici posti sui tre livelli e i nostri alieni/visitatori/lavoratori, ma anche alla spazzatura prodotta da ogni singolo abitante. Spunteranno fuori, poi, anche dei sabotatori che posizioneranno bombe di diverso tipo di cui, ovviamente, dovremo sbarazzarci. Se ignorerete il vostro dovere come spazzino della stazione spaziale, vi ritroverete sommersi anche dai parassiti, che abbasseranno il livello di pulizia e, di conseguenza, i nostri abitanti si ammaleranno con più facilità. A rendere ancora più pesante la situazione saranno i criminali, i quali abbasseranno il livello di felicità e l’operosità degli abitanti. Questi problemi, insieme all’allargamento della nostra base (la quale richiede il dispendio di energie e la produzione di nuove risorse) porteranno ad una situazione quasi impossibile da gestire.

Spacebase Startopia recensione 2
Proverete Spacebase Startopia?

Tutto ciò che abbiamo riportato di sopra, rende il gameplay di Spacebase Startopia esageratamente frenetico per un gestionale, in cui non faremo in tempo a risolvere un problema che ne spunterà immediatamente un altro. Tra gli aspetti negativi che abbiamo riscontrato, ci sono l’eccessivo sforzo per l’IA (raggiunto un certo limite ci impedirà di raccogliere oggetti o alcuni dei robot smetteranno di muoversi rimanendo “impallati”). Nei casi peggiori, se dovessimo esagerare con gli input di comando, si arriverà a non poter interagire più con nulla, neanche con il menù di pausa (bug per fortuna risolvibile con un semplice riavvio del gioco, non troppo problematico, ma fastidioso). C’è da dire che, comunque, stanno arrivando notevoli aggiornamenti man mano che i problemi si fanno vedere e questo ci rassicura sulle diverse negatività (più o meno fastidiose) riscontrate in fase di recensione del sopracitato Spacebase Startopia.

SPACEBASE STARTOPIA

7

Spacebase Startopia è un prodotto molto valido, ma un pochino troppo accurato nei dettagli. Avere molte azioni e situazioni da risolvere a schermo, in un gestionale, è sicuramente positivo, ma meglio non esagerare. Lo consigliamo, comunque, a tutti coloro che amano il genere e sono anche pronti a far “volare in alto” la loro stazione spaziale.

PRO

  • Meccaniche interessanti
  • Gioco ben strutturato

CONTRO

  • Qualche bug di troppo
  • Forse un po’ troppo micro-managing