Scarlet Nexus – Recensione

0

Dopo aver trattato l’anteprima, la demo e la guida al platino, siamo arrivati al momento della recensione di Scarlet Nexus e, per chi non lo sapesse, è un gioco JRPG Action di casa Bandai Namco uscito il 25 giugno 2021. Le storie dei due protagonisti sono ambientate nella futuristica città di New Himuka, all’interno della quale vivremo un’avventura ricca di significato e sopratutto colpi di scena.

Senza fare spoiler, fin dalle prime ore di gioco assisteremo a diversi eventi che ci faranno incuriosire e restare incollati a guardare in maniera incredula. La maggior parte delle cutscene, anziché essere dei filmati, sono delle sovraimpressioni dei ritratti dei personaggi che dialogano tra di loro e ricordano molto quella che può essere la sceneggiatura di un fumetto. Questa caratteristica può risultare molto piacevole a chi è appassionato di anime e manga, oltre alla struttura stessa della narrazione e del design dei personaggi che è esattamente quella di un manga/anime shonen.

Una grande avventura condita da un grande gameplay

Qui è dove troviamo il più grande punto di forza del gioco. Oltre al bellissimo compartimento grafico e l’ottimo level design, il sistema di gioco è profondo e intuitivo allo stesso tempo, ma anche divertente, vario e impegnativo. Pad alla mano, vi ritroverete a sperimentare continuamente combo differenti e ad adattare il vostro stile di gioco alle diversità dei nemici. I poteri che avrete via via a disposizione (quelli che prendete in prestito dai vostri compagni tramite il SAS) non sono mai inutili e rimarrete stupiti di come questi saranno fondamentali in situazioni che non avreste potuto immaginare.

Scarlet Nexus recensione
Pronti a scatenare i vostri poteri?

Nonostante il gioco non sia open world, i livelli offrono una buona e appagante esplorazione, inoltre potrete tornare in ognuno di essi per riaffrontare i nemici e farmare gli oggetti di cui avete bisogno per il crafting e l’esperienza. Il sistema di creazione (chiamato “scambio” all’interno del gioco) vi permetterà di realizzare più o meno qualsiasi cosa, dalle armi, ai regali da dare ai vostri compagni d’avventura.

Parlando di personalizzazione e, perché no, d’amicizia

Come ogni RPG che si rispetti, Scarlet Nexus offre la possibilità di sviluppare l’albero delle abilità del protagonista come meglio vogliamo in base alle nostre esigenze, tra efficacia dei poteri, attacchi corpo a corpo, trasformazioni e così via. La cosa che ci ha colpito di più è la possibilità di poter cambiare l’aspetto del protagonista e dei compagni attraverso degli oggetti estetici appositi, piuttosto comuni e in quantità tali da rendere unico il nostro team anche sotto quell’aspetto.

Scarlet Nexus recensione
Ecco un esempio di personalizzazione, con degli outfit differenti per i protagonisti.

Scarlet Nexus presenta anche un sistema di legame sociale tra il protagonista e i vari personaggi secondari. Infatti, attraverso dei dialoghi e degli appositi regali, potremo sbloccare i cosiddetti “eventi legame”, delle scenette che faranno salire l’affiatamento del gruppo e che potenzieranno le abilità dei compagni. L’unica pecca che abbiamo riscontrato è l’impossibilità di interagire in maniera attiva all’interno delle scene, difatti non è presente nessuna componente ruolistica in fatto di scelte multiple all’interno dei dialoghi. Nonostante ciò, se siete amanti di manga e anime, amerete queste scene e i personaggi, basati sugli stereotipi più comuni degli shonen, che daranno vita a situazione spesso assurde ed divertenti.

New Himuka

La ricostruzione dei luoghi, invece, è veramente un piacere per gli occhi. Anche se è un titolo next-gen, probabilmente, non vi farà gridare al miracolo, ma siamo dell’idea che non era richiesto nulla di più rispetto a quello che viene offerto; infatti la sua concezione anime, di certo, non necessità di texture realistiche di chissà che tipo ed è sicuramente un suo punto di forza. Da considerare anche che, proprio grazie alla sua natura, non avrà problemi a essere giocato sulle vecchie console o su PC non necessariamente super performanti (di cui vi proponiamo qui i requisiti minimi: processore Intel Core i5-3470/AMD FX-8350, memoria da 6 GB di RAM, scheda video Nvidia GeForce GTX 760 da 2 GB/AMD Radeon HD 7970 da 3 GB, infine, DirectX in versione 11).

Scarlet Nexus recensione
Che ne pensate di New Himuka?

La città e i vari dungeon presentano bei livelli di dettaglio e cura nei particolari, in modo da far immergere il giocatore in quella che è l’ambientazione “brainpunk”gli edifici sono disegnati e presentano un bel tratto, ologrammi ovunque e la possibilità di interagire con i diversi NPC per sbloccare linee di dialogo che ci faranno vivere più in profondità la nostra esperienza. All’interno dei livelli sono presenti centinaia e centinaia di oggetti con cui potremmo interagire scagliandoli contro i nostri avversari grazie al potere della psicocinesi durante le nostre combo. A volte sarà utile usare i nostri poteri anche per liberarci la strada, bypassare delle barriere o scoprire degli oggetti nascosti.

Gli Estranei

I nemici che affronteremo durante la nostra epopea, sia che decideremo di intraprendere il percorso di Yuito sia quello di Kasane, sono gli Estranei, dei misteriosi mostri composti in parte da oggetti in parte da sezioni organiche. Le loro movenze risultano per lo più inquietanti e grottesche e ognuno di loro è caratterizzato in modo originale: tutti gli estranei sono molto diversi tra loro sotto tutti i punti di vista.

Grottesco no?

Infatti, oltre alla mera differenza estetica, ognuno di questi nemici avrà dei punti di forza e delle debolezze uniche: le loro dimensioni influiranno sulla posizione dei punti deboli, abilità speciali che non gli permetteranno di essere colpiti se non dopo aver conseguito determinate condizioni, mentre alcuni di loro voleranno, altri diventeranno invisibili e così via. Saremo costretti a cambiare spesso il nostro approccio al combattimento in base al gruppo di Estranei che ci troviamo di fronte e, di certo, non mancano enormi boss con meccaniche uniche da sconfiggere con impegno e astuzia.

Tirando le somme

In conclusione, ci sentiamo di consigliare Scarlet Nexus a chiunque piacciano gli action/adventure, ma anche a chi, magari, vuole provare ad approcciarsi al genere per la prima volta. Con un’opera di questo tipo, sicuramente, non potrete rimanere delusi del vostro acquisto.

SCARLET NEXUS

9

Scarlet Nexus è un’opera a dir poco “particolare”, proprio per l’idea e per come è stata realizzata. Un gioco che, certamente, non ha nulla da invidiare a un tripla A più “blasonato” o famoso.

PRO

  • Giocabilità spettacolare
  • Stile anime
  • Ottima trama

CONTRO

  • Mancanza di una parte ruolistica di scelta multipla

Ora siamo anche su Twitch.