Rainbow Six: Parasite, un leak svela il gameplay

0

Rainbow Six: Parasite, precedentemente noto come Quarantine(nome modificato a causa della pandemia in corso), torna a far parlare di sé e, più precisamente, del suo gameplay. Un partecipante a un riservatissimo test tecnico effettuato nei giorni scorsi, ha infatti ben deciso di pubblicare su Facebook Gaming più di un’ora e mezza di gioco.

Rainbow Six: Parasite gameplay
Una nostra vecchia conoscenza alle prese con un nuovo e terribile nemico.

Rainbow Six: Parasite, il contenuto dei leak

Durante l’alpha test è stato presentato un tutorial, volto a introdurre ai fortunati partecipanti le nuove meccaniche di gioco. Distaccandosi dal genere dell’FPS tattico del suo precursore, Parasite si presenta come un FPS survival cooperativo. Dalle informazioni che sono trapelate, sembra che avremo la possibilità di scegliere personalizzare un operatore, da un roster che comprende volti noti ai giocatori di Rainbow Six: Siege. Avremo a disposizione operatori tra i quali Alibi, Lion, Finka, Ela, Vigil e Tachanka, che manterranno sicuramente alcune delle abilità che li hanno caratterizzati fino ad oggi.

Il gioco ci metterà contro delle creature aliene, mutate a causa di un parassita: si chiamano Archeans. Queste ultime, presentano una vasta capacità di organizzazione e movimento in gruppo e possiedono, inoltre, una serie di abilità che le rendono nemici temibili. Per vincere contro di loro dovremo utilizzare al massimo le nostre capacità di cooperazione. Gli Archeans sono capaci di avvertire i propri compagni in caso di pericolo e se questo avvenisse, dovremmo fare estrema attenzione a una sostanza altamente corrosiva chiamata Biofilm. Quest’ultima viene rilasciata da un nido, che va a compromettere e rallentare ogni nostro movimento all’interno della mappa.

Il fattore stealth giocherà un ruolo fondamentale: dovremo pianificare ogni singola mossa in maniera accurata, cercando di, ove possibile, affrontare un solo nemico alla volta, in modo da non farci notare. All’interno del titolo, saranno presenti vari tipi di missioni, nelle quali dovremo raccogliere informazioni e campioni di materia aliena, oppure andare a inserire delle sonde all’interno di nidi nemici. In tutto ciò, dovremo collaborare al massimo coi nostri alleati, per non lasciarli indietro: se succedesse, questi ultimi verrebbero denominati “MIA” e intrappolati. Potrete procedere, successivamente, a missioni di recupero. La Ubisoft, dopo aver rimosso i contenuti pubblicati, ha rassicurato i fan che nei mesi a venire si avranno sempre più notizie riguardo all’opera e noi di GamesHelp non vediamo l’ora di saperne di più, e voi?