Provato The Grand Tour Game

0

Oltre al già citato New World, Amazon Game Studios ha portato a Gamescom 2018 un’altra, peraltro inedita, IP: stiamo parlando di The Grand Tour Game, videogioco ispirato alla più famosa serie televisiva. I protagonisti sono ancora James MayJeremy Clarkson e Richard Hammond, simpatico trio di successo nello show targato Amazon Prime Video, e possiamo dirvi sin da subito che non vedono l’ora di apparire nel videogioco!

Prima di tutto, il team di sviluppo ci ha spiegato i piani per The Grand Tour Game: pubblicare nuovi episodi e puntate in contemporanea. Il supporto a base settimanale è stato pensato per rinforzare il brand e stabilire un legame forte tra serie e videogioco, oltre che per offrire nuovi contenuti con costanza. L’idea ci è sembrata immediatamente brillante, soprattutto quando abbiamo scoperto che i tre attori protagonisti sarebbero apparsi anche nell’opera targata Amazon Game Studios. Esatto, JamesJeremy Richard faranno la loro comparsa in brevi cutscene, utilizzate come introduzione per le gare.

La struttura alla base di The Grand Tour Game è appunto l’alternanza cutscene-gare, fondamentale per far avvicinare i fan di un media all’altro. Passando al gameplay, siamo rimasti abbastanza soddisfatti dalla build che, pur essendo una pre-alpha, ha mostrato immediatamente il genere del titolo: avremo tra le mani un racing game di stampo arcade. Non che avessimo troppi dubbi, vista la serie TV, ma avere la certezza è tutta un’altra cosa. Abbiamo scoperto ben presto che l’obiettivo delle gare non sarà sempre lo stesso: una volta basterà arrivare primi, mentre in un altro caso sarà necessario tenere a bada l’acceleratore e non finire fuori pista. Insomma, anche l’atteggiamento sulla pista deve essere controllato, altrimenti non si proseguirà nel gioco.

Dal punto di vista tecnico, The Grand Tour Game non è indimenticabile, anzi siamo incappati in alcuni fastidiosi bug, ma il rilascio definitivo è ancora lontano ed è lecito aspettarci una pulizia per il day one. Se tutto quello fuori dal tracciato ci è sembrato troppo “finto”, quanto visto pista ha mostrato un dettaglio grafico più che soddisfacente, ed è proprio a questo livello che il team deve ambire per tutto il resto.

In conclusione, The Grand Tour Game ci ha prima incuriositi con un’idea brillante, ma poi in parte deluso a causa di alcuni bug davvero brutti da vedere. C’è ancora tempo prima del rilascio definitivo, per fortuna, e non vediamo l’ora di scoprire se il team di sviluppo perfezionerà il proprio lavoro.