Processori Intel 11th generazione – Recensione

0

Salve a tutti e benvenuti in questa nuova recensione sulle attualissime CPU Intel di 11th generazione, conosciute anche come Rocket Lake-S. Intel ci ha fatto sperare tanto in questi nuovi processori, promettendo che sarebbero tornati a essere i “Re del Gaming“. Inoltre,  ha dichiarato di avere delle nuove schede video integrate che dovrebbero essere molto superiori a quelle prodotte fino ad ora, sia da parte della stessa Intel che da AMD. Analizziamo insieme questa nuova generazione e vediamo se l’azienda ha mantenuto le sue promesse.

intel 11 recensione
Pronti a scoprire cosa ha in serbo per noi Intel?

Iniziamo subito dicendovi che questi nuovi processori hanno un’architettura pensata per i 10nm, chiamata Cypress Cove, ma poi prodotti con un backporting (un “adattamento”) a un processo produttivo a 14nm. Pensate, Intel usa questo processo produttivo dal lontano 2015: dai processori di sesta generazione. Possiamo dire che il lavoro fatto dalla Casa Blu è veramente sensazionale; usando per tutto questo tempo lo stesso processo produttivo hanno continuato ad avere un’evoluzione cosi grande nelle prestazioni. Questa generazione porta con se anche alcune novità che non poteva più permettersi di non avere, ovvero: una nuova grafica integrata Intel Xe, un nuovo controllo delle memorie, possibilità di overclock avanzate e, finalmente, anche il supporto alla PCI-E 4.0 (meglio tardi che mai).

Intel 11th generazione: ecco le nuove schede video integrate

Entriamo più nel dettaglio, andando ad analizzare le principali novità introdotte da Intel, partendo proprio dalle nuove schede video integrate:

  • Intel UHD 750 (Intel Xe): 32EU, 256 Shading Unit, Frequenza 350/1300 MHz
  • Intel UHD 730 (Intel Xe): 24EU, 192 Shading Unit, Frequenza 350/1300 MHz

Le nuove GPU, a detta dell’azienda, dovrebbero essere uno dei punti di forza di questi processori, ma si può affermare che abbiano soddisfatto le aspettative? “Ni”le nuove Intel Xe sono effettivamente molto superiori alle schede integrate della generazione precedente, rispettando, quindi, ciò che Intel ha dichiarato; d’altra parte, però, non sono abbastanza potenti per poter giocare in tranquillità, almeno in Full HD, se non a giochi molto leggeri, come ad esempio CS:GO, League Of Legends o Valorant.

Le nuove schede video integrate.

Abbiamo, dunque, due tipi di schede: una meno potente che andrà sui processori di fascia medio/bassa (i5) e una più performante per i processori di fascia alta e medio/alta (i7, i9). Per il momento, ancora non sono usciti i processori della fascia più bassa, gli i3, quindi non sappiamo se avranno la stessa scheda montata sugli i5 o un’altra ancora diversa.

Aggiornamento controllo delle memorie e supporto PCI-E 4.0

Con questi nuovi processori Intel ha introdotto il supporto nativo per le memorie DDR4 a 3200 MHz. Infatti la generazione precedente aveva un supporto fino a 3000Mhz. Non dava dunque la possibilità di poter aumentare ulteriormente la velocità delle ram installate nel vostro computer. Con queste nuove CPU abbiamo invece la possibilità di poter gestire anche la frequenza del controller di memoria con due varianti chiamate Gear 1 e Gear 2. Impostando il Gear 1 il controller di memoria del processore lavora alla stessa frequenza delle RAM, quindi in rapporto 1:1

Intel 11 recensione

Poiché una frequenza delle RAM troppo alta potrebbe portare dei problemi di stabilità, è presente la possibilità di impostare il Gear 2. In questo modo il controller di memoria lavorerà alla metà della frequenza delle RAM. Così facendo, secondo Intel, potrete installare delle RAM fino a 5000MHz senza alcun problema! Intel inoltre con queste nuove CPU mette fine a una delle più grandi lacune della precedente generazione. L’azienda infatti non poteva nel 2021 avere dei processori che non supportassero ancora la PCI-E 4.0, supportata sia dalla nuova generazione di console che da AMD già con i “vecchi” ryzen 3000! Bene, buona notizia per i fan di Intel, poiché adesso potranno installare delle PCI-E 4.0 anche loro. Scherzi a parte, il poter installare una SSD PCIe 4.0 a livello professionale e lavorativo è una cosa importantissima.

Intel Re del Gaming

In diversi eventi di presentazione delle CPU di 11th generazione Intel ha spesso dichiarato che il loro obiettivo fosse quello di tornare sul gradino più alto nel mondo del Gaming. È riuscita Intel ha mantenere la sua promessa? Vi diciamo fin da subito che, purtroppo, la risposta è no. Nonostante Intel non sia riuscita nel suo intento, ha però fatto un lavoro egregio per quanto riguarda il gaming: i processori della serie 10k sono molto distanti dai ryzen 4000, sia su giochi che sfruttano il single core che su giochi che sfruttano di più il multi core.

Intel 11 recensione
E voi? Che Intel avete ora?

Intel con questi nuovi processori è riuscita a raggiungere, e spesso superare, la controparte AMD sulle prestazioni in single core. Con la nuova architettura Cypress Cove questi processori hanno un aumento dell’ IPC (calcoli che il singolo core fa in un ciclo di clock) del 19%. D’altra parte il confronto in multi core con AMD è abissale. L’ i9-11900K, avendo due core in meno rispetto al 10900K, in multi core si posiziona sotto quest’ ultimo, mentre l’ i7 e l’ i5 sono comunque tra loro molto vicini. Non crediamo che questa si possa considerare realmente una vittoria.

Intel 11 generazione: pro e contro

Dopo aver preso visione delle novità portate da Intel con questa 11th generazione di processori cerchiamo di tracciare una linea. Personalmente, chi vi scrive è sempre stato più dalla parte di Intel che AMD, ma questa volta sono un po’ deluso. Questi processori non convincono molto, danno l’ idea di essere un po’ forzati“, ma facciamo un recap dei pro e contro. Per quanto riguarda i punti a favore, abbiamo:

  • Scheda grafica integrata: sembrerà una sciocchezza, ma avere un processore con una grafica integrata in questo periodo può veramente fare la differenza. Con l’ assenza di schede video dedicate avere un processore che ti permette di poter usare il computer non è cosa da poco. Se poi mettiamo che queste nuove schede sviluppate da Intel possono essere sfruttate anche per giocare (con ovvi limiti), i vantaggi aumentano.
  • Prestazioni in single core: in single core questi processori sono davvero buoni. Se dovete giocare ad FPS o ad altri giochi che sfruttano calcoli molto veloci è ciò che fa per voi.
  • Prezzo: i prezzi dei nuovi processori Intel sono più bassi dei processori AMD di circa 50€ confrontando le varie fasce di prestazione (i5/r5, i7/r7, i9/r9), che comunque porta un punto a Intel.
intel 11 recensione
Eccovi una tabella esplicativa.

Se, invece, vogliamo vedere i vari punti a sfavore, abbiamo:

  • Prestazioni in multi core: nonostante le capacità in single core la distanza che si è creata in multi core è veramente troppa, specialmente sul top di gamma 11900K che si trova addirittura sotto al 10900K.
  • Consumo e temperature: un altro punto a sfavore di questi processori è che per tirare fuori le prestazioni che hanno consumano veramente tanto. Gli Intel 11 generazione hanno un consumo medio a prestazioni elevate del 30% superiore rispetto ai processori AMD. Oltre ad un consumo elevato questi processori hanno anche un problema di temperature: se la scheda madre non ha impostati dei limiti di PL2 e Tau il processore raggiunge delle temperature molto alte. E molte schede madri hanno come impostazione di default PL2 e Tau sbloccati. State attenti!
  • Cambio processo produttivo: molto probabilmente, anzi sicuramente, Intel con la prossima generazione di CPU cambierà processo produttivo. Passando dall’ attuale 14nm ad un processo produttivo a 10nm. Cosa significa questo? Significa che chi acquista un Intel 11000, se poi vorrà aggiornare il processore, oltre a ricomprare un processore, dovrà fare anche un cambio di scheda madre.

Intel 11 generazione: tirando le somme

Tirando le somme possiamo dire che comunque Intel ha recuperato una buona parte dello svantaggio che aveva rispetto ad AMD: supporto PCI-E 4.0, gestione delle RAM, velocità di calcolo in single core, scheda video integrata. Tutti ottimi sviluppi portati da Intel. Il problema per chi scrive rimane: perché comprare un processore Intel di undicesima generazione? Non riusciamo a trovare una risposta a questa domanda. Qual è il problema? Il problema è che se doveste comprare una CPU in questo momento, non converrebbe prendere una Intel di 11th gen. Avreste un processore buono in single core, ma con pochi euro in più potreste prenderne uno che in single core è sulla stessa fascia e che in multi core, per usare una metafora, è una lepre contro una tartaruga. D’altra parte, se non volete spendere così tanto per un processore AMD conviene prendere un Intel di 10th generazione; in questo caso risparmierete sia sul processore che sulla scheda madre, attendendo la nuova gen Intel.

Leggi anche: